Share and Enjoy !

Shares

Igienizzare frequentemente i taglieri da cucina in legno è fondamentale per la nostra salute. Il legno, infatti, è un materiale organico in grado di assorbire l’acqua e i detersivi in essa presenti. Inoltre, le fessure che si creano sul tagliere, quando affettiamo un alimento, rappresentano dei depositi per l’accumulo di cibo e, quindi, un grande pericolo per il proliferare dei batteri. Ecco, dunque, 4 metodi naturali ed efficaci per igienizzare i taglieri in legno.

Limone e sale per una pulizia profonda

Per una pulizia profonda dei taglieri in legno vi vengono in aiuto il limone e il sale, due elementi naturali e facili da reperire perché sempre presenti in tutte le cucine. Per prima cosa, quindi, cospargete l’intera superficie del tagliere in legno con del sale grosso. Poi, procuratevi limone e tagliatelo in 2 parti. Una metà conservatela in frigo, mentre l’altra sfregatela sul tagliere, utilizzandone la parte interna. In questo modo riuscirete ad eliminare tutti i residui di cibo rimasti nelle fessure create dalla lama del coltello e, grazie all’acido citrico del limone, eliminerete i cattivi odori. Infine risciacquate con acqua calda e asciugate all’aria aperta. Quando sarà completamente asciutto, potrete riporlo nel cassetto.

Aceto, il metodo più veloce

Il metodo naturale più veloce da applicare quando dovete utilizzare lo stesso tagliere per affettare degli alimenti uno dopo l’altro. L’aceto vi permetterà di disinfettare accuratamente il tagliere. Basterà procurarsi una spugna e versarvi delle gocce d’aceto. Dopo aver fatto ciò, strofinate energicamente la spugna su tutta la superficie in legno e, infine, risciacquate con acqua calda. I batteri saranno scomparsi e con loro anche gli eventuali cattivi odori.

Bicarbonato per disinfettare

Il bicarbonato, grazie al suo potere igienizzante, sarà il nemico perfetto dei batteri e dei residui di cibo rimasti tra le fessure del legno del tagliere. Versate sulla superficie di quest’ultimo 2/3 cucchiai di bicarbonato e cospargetelo uniformemente. Procuratevi una spugna pulita, umida, e cominciate a strofinare sulla superficie dove è già presente il bicarbonato. Noterete che comincerà a crearsi una soluzione abbastanza pastosa ma dal grande potere disinfettante. Lasciate agire il bicarbonato per 10 minuti circa, infine risciacquate sotto acqua calda corrente e lasciate asciugare sotto il sole.

Acqua ossigenata, un metodo alternativo per i taglieri in legno

Pur non essendo un alimento, l’acqua ossigenata è sempre presente nelle nostre case e si rivela davvero utile ed efficace per igienizzare i taglieri in legno. Per prima cosa, sciacquate il tagliere con dell’acqua calda e lasciatelo gocciolare affinché l’acqua in eccesso possa scorrere via. Poi, versate l’acqua ossigenata sull’intera superficie lasciandola agire per circa 10 minuti. Infine, risciacquate abbondantemente sotto l’acqua calda corrente e lasciate asciugare naturalmente. Il tagliere sarà tornato come nuovo.

Share and Enjoy !

Shares