Share and Enjoy !

Shares

Avete mai pensato di creare un terrario? Con questo termine di indica un giardino in miniatura, allestito all’interno di un contenitore trasparente di plastica o di vetro. Nel caso non si abbia a disposizione un giardino oppure del tempo per curare le piante, il terrario è il giusto compromesso tra facilità di mantenimento, spazio occupato ed effetto finale. Se vi siete convinti a crearne uno, ecco tutte le informazioni di cui avete bisogno! 

Scegliere il corretto contenitore

immagine: /makezine.com

Dovrete scegliere un contenitore profondo abbastanza per contenere le radici delle piante che andrete a piantare e trasparente. Potete scegliere tra

  • un acquario
  • un vaso
  • un paralume
  • dei bicchieri di vino
  • delle bottiglie
  • dei flaconi.

Scegliete le piante

immagine: mrs-ferguson.blogspot.it

Teoricamente è possibile scegliere qualsiasi piantina d’appartamento, ma è consigliabile impiegare piante con le stesse necessità di luce ed di irrigazione. Le felci, i muschi, le piante grasse e i cactus sono quelle che più si adattano a vivere in un terrario. 

Materiali accessori

immagine: allsortsofpretty.com

  • Terriccio: si deve scegliere un tipo abbastanza drenante, preferibilmente misto a muschio e torba.
  • Ciottoli e ghiaia: servono ad essere posizionati sul fondo del contenitore per garantire il drenaggio dell’acqua e in superficie per dare un aspetto ordinato al giardino in miniatura.
  • Carbone attivo: nel caso in cui il contenitore scelto non presentasse dei fori, è consigliabile spargerne un po’ sul fondo.
  • Muschio: posizionato sul fondo aiuta ad assorbire l’acqua in eccesso.
  • Strumenti per la lavorazione del terreno, guanti e innaffiatoio.
  • Decorazioni: renderanno il vostro terrario unico. Potete scegliere tra gnomi, animali, statuine, minerali e qualsiasi altro oggetto preferiate! 

Istruzioni

  • Lavate accuratamente il contenitore, eliminando ogni traccia di detergente.
  • Aggiungete lo strato drenante fatto di pietre, carbone attivo e muschio: lo strato dovrà essere spesso almeno 2,5 cm.
  • Versate il terriccio: create uno strato profondo a seconda delle radici delle piante. Di solito uno spessore tra i 5 e gli 8 cm dovrebbe bastare.
  • Piantate le piantine scelte, interrando la radici ed evitando di posizionarle troppo vicine.
  • Aggiungete le decorazioni per creare un’ambientazione personalizzata.
  • Innaffiate il terrario spruzzando l’acqua regolarmente con un bottiglietta spray. 

Mantenimento

immagine: crateandbarrel.com

  • Innaffiate le piante regolarmente, almeno una volta a settimana: la frequenza dipende molto dall’esposizione e dal fatto se il terrario è aperto o chiuso.
  • Rimuovete eventuali insetti e foglie morte.
  • Portare di tanto in tanto il terrario all’esterno, per garantirgli la corretta esposizione solare e il ricambio di aria.

Share and Enjoy !

Shares