Share and Enjoy !

Shares

La formazione del calcare in ambienti come cucina e bagno è quasi inevitabile: tutti gli elementi che si trovano a costante contatto con acqua sono propensi alla formazione del calcare permanente. In questo articolo ti spieghiamo come eliminare il calcare in modo naturale.

Il calcare che lascia l’acqua è carbonato di calcio: la sua traccia è molto visibile su caffettiere e altri elettrodomestici, ma anche sui servizi igienici. Si presenta sotto forma di macchie bianche dall’aspetto asciutto e deteriorato.

Per pulire gli accessori del bagno. Avvolgili o applica su di essi un panno di cotone imbevuto di aceto bianco, e fai agire per tutta la notte o finché non si asciuga. Trascorso il tempo, inumidisci la superficie e usa una spazzola o una spugna per rimuovere lo sporco.

Quando l’accumulo di calcio si verifica su un rubinetto o un tubo, rimuovilo mettendo l’oggetto in un secchio o una busta piena d’aceto per tutta la notte. Il giorno dopo usa una spazzola per rimuovere lo sporco.

Lavatrice. Lava bene il dispositivo poi riempilo con una soluzione composta da 70% aceto e 30% acqua. Realizza un ciclo di lavaggio, poi riempi di nuovo e fai riposare tutta la notte. Il giorno dopo risciacqua.

Caffettiere e altri elettrodomestici. Lava con una soluzione composta da 70% aceto e 30% acqua, poi spolvera la superficie con del bicarbonato di sodio, che ha una leggera azione abrasiva.

Share and Enjoy !

Shares